Seite 2 von 3

In cammino coi pellegrini da Pomposa e Porto Garibaldi

Estratto da “Il resto del Carlino” di mercoledì 3 gennaio 2018

 scarica l’articolo completo del resto del carlino

2018_01 resto del carlino comacchio

 

Presentato il cammino anche a Codigoro nella diocesi di Ferrara Comacchio

Il progetto è stato presentato a Codigoro lo scorso 23 novembre, durante una delle lezioni dell’UTEF, dove Umberto Carli, responsabile del Gruppo Scout di Porto Garibaldi che ne ha condiviso la genesi, ha illustrato le tappe che dall’Abbazia di Pomposa e Porto Garibaldi arrivano fino a Faenza.

Clicca sull’immagine per scaricare la pagina del giornale „la Voce“.
2017_12_22 la Voce

A piedi, sul limitare di sorella acqua

 

Estratto da “Il Piccolo” del 20 ottobre 2017

 scarica l’articolo del piccolo 2 tappa piccolo

„A Pomposa le nostre radici“: il racconto della prima tappa su „Il Piccolo“

„Immersi nella prima nebbia di stagione affrontiamo il cammino della Misericordia partendo dall’Abbazia di Pomposa.“

Estratto da „Il Piccolo“ del 29 settembre 2017.

Clicca sull’immagine per leggere tutto l’articolo.

articolo-piccolo

 

Pellegrini in cammino nella 1 tappa

Riportiamo alcune foto della prima tappa realizzata da alcuni pellegrini il 2 settembre 2017. Sono partiti dall’Abbazia di pomposa per arrivare vicino a Porto Garibaldi.

Pellegrini in cammino nell’appennino

2017_07_28 pellegrini in cammino - modigliana

Invocazioni di misericordia

Queste poesie sono state lette all’incontro del 18 maggio ad Alfonsine. Scritte da Maria Babini andata alla casa del Padre in Aprile 2017. Lei diceva spesso che i suoi piedini, non avevano mai portato scarpe,ma quanto  „avevano camminato“! Lo scorso anno,riflettendo sulla „fatica dell’umanità“,ha così invocato la Misericordia:

„VIENI con l’abito della festa,
porta con te un braciere,
dentro cui con pietra rovente
annienta i tumori della terra;
vieni a piedi nudi e sulle sabbie
che sono le nostre incertezze,
cimenta e allieta i cuori con alberi,fiori…
e collocaci in un bosco folto,
ventilato,ricco di frutti,
cibo per l’anima esausta,
vieni con suoni
tanto delicati quanto potenti,
perchè le nostre orecchie
hanno bisogno di te,
per contrastare la sordità
e la tristezza.
Vieni con l’abito della festa!
(Maria Babini, Alfonsine, 13-01-2016)
Un’altra invocazione,che Maria fece in occasione di un naufragio di ragazzi africani:

„SIGNORE vieni,
il mare che fu bacino della civiltà più importante e antica,
questo stesso mare è
diventato rosso di morti innocenti.
Signore,vieni,
questo peccato mortale
si è esteso a tutte le latitudini!
Signore vieni,
per recepirne l’eco , e conta,al posto nostro,
come grani di rosario,le responsabilità,
amplifica la possibilità dei nostri cuori,
correggi le capacità delle nostre menti
e accetta questo grido
perchè sia possibile salvarci,
nonostante l’indifferenza
e il plagio totale.
SIGNORE, vieni!“ (Maria Babini, Alfonsine ,31 gennaio 2016)

Presentato l’itinerario Viae Misericordiae ad Alfonsine

Il 18 maggio è stato presentato l’itinerario anche ad Alfonsine, con le modifiche fatte nel 2017. Da ora il percorso partirà dall’Abbazia di Pomposa. Di seguito l’articolo del piccolo di Giugno 2017
2017_ IlPiccolo - viae misericordia

un particolare grazie agli scout che hanno contribuito alla segnaletica del percorso

presentazione viae alfonsine

Dal Resto del Carlino

articolo pubblicato sul Resto del Carlino del 7 Luglio 2016

viae misericordiae resto del carlino

Sul Piccolo la presentazione del cammino della Misericordia

piccolo-24-06-2016

„In occasione del Giubileo straordinario della Misericordia, il Piccolo segnala la Viae Misericordiae. Ad Iesumper Mariam”: un’occasione per vivere un’esperienza di fede attraverso un cammino che si snoda fra le ricchezze artistiche, naturalistiche ed enogastronomiche dell’Appennino faentino.
L’itinerario propone un percorso spirituale che colpisce il cuore, facendo riscoprire il valore di un turismo nel segno della preghiera. L’iniziativa si presenta come simbolo concreto del cammino di conversione verso l’abbraccio misericordioso di Dio, a cui invita Papa Francesco,meditando sull’esempio di vita di Gesù, di Maria e dei santi. La Viae Misericordiae è un porsi in cammino, un muoversi verso un nuovo modo di relazionarsi con se stessi, gli altri e la realtà che ci circondano;ma soprattutto un mettersi in gioco prendendo sul serio il bisogno di misericordia che anima il cuore.“

Scarica tutto l’articolo scritto da Isabel Tozzi pubblicato sul Piccolo del 24 giugno 2016

Läuft mit WordPress & Theme erstellt von Anders Norén